NEWS

01 Settembre 2020 Formazione

RLS - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Benvenuto!


Se sei giunto su questa pagina web sicuramente stai cercando informazioni riguardo ad uno dei corsi di sicurezza lavoro meno conosciuti che è quello da RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza).


 


Se però hai già le idee chiare e vuoi solo procedere all’acquisto del corso tramite il nostro semplice sito web potrai farlo in pochi minuti e ricevere la conferma direttamente via mail, procedi qui à


- Corso RLS (32 ore) http://www.fareprevenzione.it/Corso-di-Formazione-per-RLS--A14602.php


- Corso aggiornamento annuale RLS (4 ore) aziende con meno di 50 lavoratori http://www.fareprevenzione.it/Corso-aggiornamento-per-RLS-Agg.-4-ore-A14612.php


- Corso aggiornamento annuale RLS (8 ore) aziende con 50 o più lavoratori http://www.fareprevenzione.it/Corso-aggiornamento-per-RLS-Agg.-8-ore-A14614.php


 


Se invece vuoi saperne di più e non sbagliare questa decisione (sotto troverai anche un classico e costoso errore che spesso le aziende commettono) continua a leggere.


Ricorda che il RLS è una figura molto importante e per esempio firma il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) insieme al Datore di Lavoro, al RSPP ed al Medico Competente; insomma siede al tavolo dei 4 personaggi che discutono della sicurezza lavoro della vostra azienda.


 


Chi è il RLS?


Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS si occupa di rappresentare appunto i lavoratori per tutto ciò che concerne la loro salute e sicurezza nei luoghi di lavoro curando le relazioni con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ed il Datore di Lavoro.


Quali funzioni svolge il RLS?


Come si può intuire dal nome, il RLS Rappresenta i lavoratori per quanto riguarda la salute e sicurezza sul lavoro. Per svolgere le sue funzioni il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS può accedere in tutti i luoghi di lavoro in cui vengono svolte delle lavorazioni aziendali, contribuisce alla valutazione dei rischi ed alla programmazione delle misure di prevenzione e protezione per la sicurezza dei lavoratori in quanto, come stabilito dal D.Lgs 81/08 il datore di lavoro effettua la valutazione dei rischi ed elabora il relativo documento previa consultazione del RLS.


Anche il RLS deve essere formato?


Il RLS è una figura fondamentale in azienda ai fini della sicurezza e proprio per questo motivo deve partecipare ad un corso di formazione di 32 ore, ha inoltre necessità di seguire un aggiornamento annuale seguendo un corso che varia in base al numero di dipendenti presenti in azienda.


In precedenza abbiamo affermato che è un diritto dei lavoratori potersi avvalere di un proprio rappresentante o in aziende numerose più di uno, ma chi può essere eletto RLS? In aziende fino a 15 dipendenti il RLS può essere eletto tra tutti i lavoratori, mentre in aziende oltre i 15 dipendenti, il RLS può essere eletto nelle rappresentanze sindacali, in mancanza di questi si può comunque procedere all’elezione tra i lavoratori.


Se nessun lavoratore all’interno dell’azienda intende avvalersi di questo diritto, come ci si comporta? Se i lavoratori non esercitano il loro diritto, l’azienda dovrà comunicare all’Organismo Paritetico la mancata elezione del RLS; di conseguenza, l’Organismo Paritetico nominerà quale RLS dell’azienda il proprio RLS territoriale RLST.


RLS interno o RLS territoriale?


Quali sono i vantaggi di un RLS interno all’azienda? Prima di tutto, ogni lavoratore potrà confrontarsi con una figura strettamente familiare al proprio ambiente di lavoro, permettendo di eseguire in modo costante e dinamico le proprie funzioni della figura migliorando la qualità della sicurezza aziendale. Ma non solo, la formazione di un RLS interno è conveniente anche in termini economici, poiché il costo di un RLS territoriale supera di gran lunga i costi di formazione per un RLS all’interno dell’organico aziendale.


 


Se fino ad oggi per la sicurezza sul lavoro ti sei affidato ad un’associazione come Confesercenti, Confartigianato, etc, o peggio hai lasciato tutto in mano al tuo povero commercialista o consulente del lavoro…


Molti commercialisti infatti fanno in automatico una scelta per te, senza però chiederti ne spiegarti più di tanto i pro ed i contro, perchè nemmeno loro li sanno!


Purtroppo è abitudine dei commercialisti, o delle associazioni professionale, fare la richiesta di assegnazione del RLS Territoriale, cioè quello “cattivo” esterno, senza darti la possibilità di valutare entrambe le opzioni.


O più probabilmente faranno finta di farti scegliere facendo discorsi tipo: “Devi organizzare una riunione coi tuoi dipendenti, proporgli di scegliere chi di loro candidarsi per diventare il rappresentante dei lavoratori per l’Art.47 della Dlgs 81/08, poi far firmare a tutti un verbale per eleggerlo, poi formare l’eletto con un corso di 32 ore che costa 300€ e poi va comunicato all’INAIL, che poi ogni anno deve fare 4 ore di corso di aggiornamento, blablabla… oppure facciamo semplicemente una richiesta al tuo ente bilaterale di affidarcene uno territoriale”.


TUTTI a questo punto scelgono il territoriale, è troppo più veloce.


Chi è questo “RLS Territoriale”?


E’ un consulente di un Ente Paritetico Bilaterale (= rappresenta anche i lavoratori, quindi sostanzialmente dei sindacalisti) che viene messo a disposizione per svolgere la carica di Rappresentante dei Lavoratori NELLA TUA ATTIVITA’ in quanto non hai formato un tuo Rappresentante interno.


Il costo di questo servizio?


In questa scelta anche il costo è una variabile da non trascurare, perchè viene a costare alle aziende “due ore lavorative annue per ogni lavoratore occupato in azienda”.



Facendo due conti al volo, se hai pochi dipendenti è un costo irrisorio, ma se sei su una 40ina di dipendenti ti costa già 500€ all’anno!




 


Ma dov’è il problema?
Conosci il detto “I panni sporchi vanno lavati in casa”?


Se vai a controllare i compiti che deve svolgere l’RLS Territoriale troverai che ha gli stessi dell’RLS e cioè dall’Art. 47 Dlgs 81/08:

a) Accede ai luoghi di lavoro in cui si svolgono le lavorazioni;
b) È consultato preventivamente e tempestivamente in ordine alla valutazione dei rischi, alla individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nell’ azienda o unità produttiva;
c) È consultato sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione, all’ attività di prevenzione incendi, al primo soccorso, all’ evacuazione dei luoghi di lavoro e del medico competente;
d) È consultato in merito all’organizzazione della formazione di cui all’art. 37 del D.lgs. n. 81/08 e s.m.;
e) Riceve le informazioni e la documentazione aziendale inerente alla valutazione dei rischi e alle misure di prevenzione relative, nonché quelle inerenti alle sostanze ed ai preparati pericolosi, alle macchine, agli impianti, all’organizzazione ed agli ambienti di lavoro, agli infortuni ed alle malattie professionali;
f) Riceve le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza;
g) Riceve una formazione adeguata e, comunque, non inferiore a quella prevista dall’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e s.m.;
h) Promuove l’elaborazione, l’individuazione e l’attuazione delle misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e l’integrità fisica dei lavoratori.
i) Formula osservazioni in occasione di visite e verifiche effettuate dalle autorità competenti, dalle quali è di norma, sentito;
j) Partecipa alla riunione periodica di cui all’art. 35 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.;
k) Fa proposte in merito all’attività di prevenzione;
l) Avverte il responsabile dell’azienda dei rischi individuati nel corso della sua attività;
m) Può fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro o dai dirigenti e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro.


Prima di procedere ai sensi della lettera m), il RLST informa il Comitato paritetico territoriale per l’adozione delle necessarie misure.


Si hai letto bene il punto m:
“Può far ricorso alle autorità competenti se trova qualcosa che non va”.


Significa che se non gli piace qualcosa il giorno dopo hai un controllo in azienda.


Scegliere di farsi assegnare ad un RLS Territoriale è come scegliere di volere essere controllati periodicamente ad ogni sua visita.


Se hai già l’RLS Territoriale sappi che comunque non è troppo tardi, e puoi ancora levartelo di torno senza aver paura di “ritorsioni”, in quanto è un diritto dei tuoi dipendenti poter scegliere da un giorno all’altro di voler eleggere un rappresentante interno.


Se invece ancora non hai designato il tuo RLS, ti consiglio di chiedere supporto ad un consulente specializzato nella sicurezza sul lavoro (che così farà solo i tuoi interessi).


Contattaci al 3471253512 o scrivi ad info@fareprevenzione.it per avere la modulistica necessaria e preparare l’ RLS al suo prossimo corso di formazione.


 


- Corso RLS (32 ore) http://www.fareprevenzione.it/Corso-di-Formazione-per-RLS--A14602.php


- Corso aggiornamento annuale RLS (4 ore) aziende con meno di 50 lavoratori http://www.fareprevenzione.it/Corso-aggiornamento-per-RLS-Agg.-4-ore-A14612.php


- Corso aggiornamento annuale RLS (8 ore) aziende con 50 o più lavoratori http://www.fareprevenzione.it/Corso-aggiornamento-per-RLS-Agg.-8-ore-A14614.php

Ultime News

Resta aggiornato!

*

RLS - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO

Brucia Notre Dame a Parigi!

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO